BACK
 

Territorio

Tutta l’alta valle Borbera è meta di interesse naturalistico e paesaggistico - una delle valli con maggiore superficie vincolata, oltre la metà del territorio, ad aree SIC (Sito di Interesse Comunitario) e ZPS (zone di Protezione Speciale) rientranti nella Rete Natura 2000 della Comunità Europea . Numerosi sono gli itinerari segnalati, tra cui gli affascinanti percorsi delle “vie del sale”, percorribili a piedi, in mountain bike o a cavallo, che conducono al mare attraverso i crinali dei monti Giarolo, Ebro, Antola.

 

Meritano una visita anche gli storici castelli, disseminati lungo la valle

- Roccaforte, costruito intorno al ‘600, ricostruito dai Malaspina intorno all’XI secolo e poi feudo imperiale Spinola, di cui rimangono cospicui ruderi da cui si gode una vista imperdibile sulle valli Borbera, Spinti e Scrivia;
- Carrega, risale al XI secolo, originariamente dell’antichissima Abbazia di Vendersi, poi Fieschi, infine feudo Doria dopo la famosa congiura di GianLuigi Fiesco. Rimangono fascinosi ruderi del torrione e resti della struttura originale;
- museo-castello di Borgo Adorno, feudo della famiglia genovese degli Spinola fino al 1518, quando passò alla famiglia dogale Adorno. Verso la fine del XVII secolo per opera del marchese Luigi Botta Adorno, fu ricostruito assumendo le sembianze dell’attuale palazzo signorile tuttora abitato e saltuariamente visitabile;
- castello della Pietra a Vobbia, costruito introno all’anno 1000 dai Vescovi di Tortona, passò successivamente ai marchesi di Gavi, poi ai Malaspina e infine ai marchesi Adorno;
- castello di Brignano Frascata del XIV secolo, sede principale dei feudi Guidobono Cavalchini che tra ‘400-500, avevano costituito un vero e proprio stato fra Val Curone e valle Scrivia;
- Castello di Torre Ratti, risalente al XII secolo, con successive trasformazioni fino alla veste attuale di austera residenza aristocratica. Fa parte del circuito Castelli Aperti del Piemonte (www.castelliaperti.it ) ed è visitabile.

 

A queste testimonianze si aggiungono altre mete ricche di fascino:
- i ruderi romani di Libarna, importanti reperti archeologici della stazione di posta lungo la via Postumia che comprendono un teatro, un anfiteatro, case e vie cittadie;
- il complesso dell’Abbazia di Rivalta Scrivia, costruito dai monaci cistercensi presenta una caratteristica architettura tra il romanico lombardo e il gotico francese. Di particolare interesse l’apparato di affreschi risalenti alla seconda metà del XV sec. Rivalta si trova nel comune di Tortona, città romana, di grande importanza nel medioevo con importanti resti e monumenti;
- i numerosi castelli del Gavese e Ovadese di cui molti rientrano nel circuito Castelli Aperti (www.castelliaperti.it);
- il centro storico di Novi Ligure si caratterizza per i numerosi palazzi nobiliari (degni di nota Palazzo Negroni, Palazzo Delle Piane), le piazze tra cui la più importante è detta Delle Piane, la chiesa di Santa Maria Maddalena, le mura cittadine erette nel 1447 e la torre alta 30 metri;
- i castelli dell’alto Monferrato, sorti in epoca medioevale costellano le colline della zona integrandosi con i vigneti e i borghi storici;
- il forte di Gavi Ligure, fortezza storica inserita nel circuito “Castelli Aperti”, si erge su una rocca naturale a strapiombo ed è luogo di rievocazioni in costume, conferenze, mostre;

- la città di Genova, distante solo 50 km da Roccaforte.

 

Dove alloggiare:
Il territorio è ricco di B&B e di piccole, semplici locande ove è possibile alloggiare confortevolmente con spesa contenuta. In merito è opportuno fare riferimento a: www.terredelgiarolo.it ove è possibile ritrovare indirizzi e riferimenti.
Si segnalano:
- l’albergo ristorante Alpi a Borassi di Roccaforte Ligure;
- l’albergo ristorante Bruno a San Nazaro di Albera Ligure;
- l’albergo ristorante Morando a Mongiardino Ligure;
- l’albergo ristorante Stevano a Pallavicino di Cantalupo Ligure;

 

Ristoranti dove potrete gustare le prelibatezze Castello di Roccaforte e altri prodotti locali:
Alpi - Borassi di Roccaforte Ligure tel. 0143.94167 www.ristorantealpi.com
Belvedere - fraz. Pessinate di Cantalupo Ligure tel. 0143.93138 belvedere1919@libero.it www.belvedere1919.it
Capanne di Cosola - fraz. Capanne di Cosola di Cabella Ligure tel. 0143.999126 www.albergocapannedicosola.it
Corona - via Vittorio Emanuele, 14 - San Sebastiano Curone tel.0131.786203 www.corona1702.com
Il Boschetto - via Telecco, 11 - San Sebastiano Curone tel. 0131.788009 www.boschettoristorante.it
Il Fiorile - Castel Ratti di Borghetto di Borbera tel. 0143.697303 www.ilfiorile.com
Il Mulino - loc.tà Mulino, 1 di Borghetto Borbera tel. 0143.69483 www.hotelmulino.it
La Via del Sale - via Umberto I Cantalupo Ligure tel. 0143.90929
Locanda Pertuso - Pertuso di Cantalupo Ligure tel. 0143.90247
Morando - loc.tà Lago Patrono di Mongiardino Ligure tel. 0143.98118;
Pernice Rossa - loc.tà Chiapparolo di Grondona tel. 0143.680189 lapernicerossa@libero.it
Stevano - fraz.ne Pallavicino di Cantalupo Ligure tel. 0143.93255 www.albergostevano.it
Valle Nostra - loc. Cascina Valle di Mongiardino Ligure tel. 0143.94131 www.vallenostra.it
Vecchio Scalo - via Roma, 149 - Isola del Cantone (GE) tel. 010.9636032 b.moretti@libero.it
La piazza - p.zza Regina Margherita - Rocchetta Ligure tel. 0143 90091
Da Bruno - loc.tà San Nazzaro - Albera Ligure tel. 0143 90060
Il Boschetto - via Telecco - San Sebastiano Curone tel. 0131 788009 www.boschettoristorante.it
Adventure Park - Val Borbera Mangiardino Ligure tel. 339 5295614 www.parcovalborbera.it
Osteria del Montebore - Cascina Valle Mongiardino Ligure tel. 0143 94131 www.vallenostra.it